Personal branding: come superare la paura di essere autoreferenziali

autoreferenziale no grazie

Qual è la tua difficoltà nel raccontarti? Questo articolo ha una lunga storia: nasce da un Q&A fatto nelle mie stories di Instagram, seguito da un post dedicato. In verità, non è un post singolo di personal branding: le risposte al Q&A sono state talmente stimolanti, che mi hanno dato il là per:

  • creare una rubrica che tratterà ogni settimana una paura / difficoltà di aprirsi e raccontare il proprio mondo professionale e personale;
  • ideare un mini corso gratuito dedicato a Instagram, che potesse servire sia da base tecnica che come momento di introspezione, per riflettere sulla propria presenza su Instagram e renderla davvero ottimizzata, efficace, coerente, originale e sostenibile.

Richiedi il tuo mini corso

    Torniamo alle varie risposte emerse nel mio sondaggio Instagram. Oggi ti parlo della PAURA DI ESSERE AUTOREFERENZIALI.

    Come si supera questo timore? Vediamo dei tips 💪🏻

    DISCLAIMER: autoreferenziale è chi fa riferimento esclusivamente a se stesso, trascurando o perdendo ogni rapporto con la realtà esterna.

    ottimizza-il-tuo-profilo-instagram

    Se il tuo fine è creare contenuti per chi ti segue – ispirando, informando o divertendo – difficilmente verrai interpretat* come autoreferenziale ❤️

    –> la best practice è comunque quella di variare la provenienza dei consigli, per esempio:

    1) cose che so per mia esperienza

    2) cose che condivido con altri colleghi o esperti del settore (possono partecipare anche loro alla creazione di contenuti, arricchendoli e vivacizzandoli 😊)

    3) UGC ossia “user generated content”. Anche i tuoi follower possono contribuire alla creazione di contenuti per la tua pagina, proprio perché sono loro i veri protagonisti e i primi che devono trarne beneficio, ispirazione, idee, emozioni e molto altro ❤️

    Tu cosa ne pensi? Come superi la paura di essere autoreferenziale nell’ambito del piano editoriale che hai costruito per il tuo pubblico?

    Ti do due ultimi consigli:

    1. fare un check up della tua presenza su Instagram con il mio mini corso gratuito
    2. assicurarti che il tuo piano editoriale sia davvero utile al tuo pubblico e lo informi, intrattenga o ispiri come desidera essere!

    Hai domande sul tuo piano editoriale attuale o sul piano editoriale per i social che al momento è solo nella tua mente? Prenota Scintilla, la consulenza gratuita di 15 minuti

    Liked this post? Follow this blog to get more. 

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *